Trello contro Notion

Per anni Trello è stato lo standard del settore quando si tratta di software di gestione dei progetti. È stato un trendsetter sin dal suo lancio nel 2011, diffondendo l’approccio Kanban alla gestione dei progetti e fungendo da ispirazione per molti strumenti che sono entrati nel mercato negli anni successivi.

Notion, d’altra parte, è ancora un nuovo arrivato nel campo del software di produttività, ma lo sta già prendendo d’assalto, guadagnando milioni di utenti in pochi anni.

La scelta tra Notion e Trello è tutt’altro che netta. Di seguito saranno analizzati i punti di forza e di debolezza.

Indice

Notion e Trello a confronto

Notion e Trello condividono molte somiglianze. Entrambi gli strumenti consentono di gestire facilmente le attività e tenere traccia dei progressi in una bacheca Kanban.

Tutta via, nonostante la somiglianza di alto livello, ci sono diverse differenze fondamentali che devono essere tenuto a mente quando si prende una decisione.

Notion

  • Prezzi: gratis, funzionalità avanzate a partire da $8 utente/mese
  • Voto su Capterra: 4.7/5

Notion è iniziato come uno strumento per prendere appunti, ma ha fatto molta strada dai suoi primi giorni. Oggi, afferma audacemente di essere uno “spazio di lavoro all-in-one” in cui i team possono riunire tutto il loro lavoro, sostituendo molti altri strumenti.

Deve in gran parte la sua popolarità alla sua impareggiabile flessibilità. Come Trello, Notion ha una scheda Kanban, ma è solo uno dei tanti modi in cui puoi organizzare visivamente i tuoi contenuti in Notion. Ciò offre possibilità pressoché illimitate: possibile creare wiki, documentare la roadmap del proprio prodotto, organizzare le note della riunione, pubblicare il proprio blog e molto altro ancora.

Uno svantaggio di un set di funzionalità così potente è la ripida curva di apprendimento. I nuovi utenti potrebbero sentirsi sopraffatti da tutti i menu e le opzioni e dovrebbero essere preparati a dedicare abbastanza tempo per imparare lo strumento. Ma a seconda delle proprie esigenze, potrebbe essere il compromesso giusto.

Perché preferire Notion a Trello:

  • Notion è più flessibile e personalizzabile di Trello, con un set di funzionalità più ampio.
  • Notion può essere utilizzato non solo come strumento di gestione del progetto, ma anche come wiki e database, consentendo di sostituire più strumenti di collaborazione.
  • Alcuni utenti trovano l’interfaccia di Notion più moderna e fluida.

Cosa dicono gli utenti di Notion:

“Notion è Trello e Confluence combinati. Risolve molti problemi e può fungere da fonte di informazioni per un’azienda. Richiede un guru per l’installazione e la manutenzione con successo, ma può pagare dividendi per avere tutte le attività e le informazioni in un unico posto. “

Trello

  • Prezzi: gratis, funzionalità avanzate a partire da $5 utente/mese
  • Voto su Capterra: 4.5/5

L’appello principale di Trello è la sua semplicità. Mentre Notion cerca di fare tutto in una volta – wiki, rilevatori di problemi, database e altro – Trello è uno strumento di gestione dei progetti dedicato che è completamente ottimizzato per un’attività.

Oltre alla sua iconica bacheca Kanban, Trello ha recentemente abilitato nuovi modi per organizzare visivamente le attività, tra cui Dashboard, Timeline, Tabella, Calendario e Mappa. Bisogna tenere presente che queste visualizzazioni aggiuntive sono disponibili solo con un abbonamento al piano Premium di Trello.

Nel complesso, Trello non è così ricco di funzionalità come Notion. Ma lo compensa essendo più user-friendly. Trasforma questa semplicità in uno dei suoi principali punti di forza, rendendo il più semplice possibile per chiunque iniziare con lo strumento ed essere produttivo con esso.

Sebbene Trello sia ancora attivamente sviluppato, è cambiato poco nel corso degli anni. Ad alcuni, la sua interfaccia potrebbe sembrare un po’ datata rispetto a Notion. Tuttavia, rimanere fedeli a ciò che gli utenti hanno imparato ad amare è ciò che fatto guadagnare a Trello la lealtà di migliaia di clienti.

Perché preferire Trello a Notion

  • Trello è completamente ottimizzato per la gestione dei progetti e non cerca di fare troppe cose contemporaneamente.
  • Trello è più facile da usare, la configurazione iniziale richiede una configurazione minima e può essere completata in pochi minuti.
  • Trello offre meno funzionalità e opzioni rispetto a Notion, rendendo più facile per l’interno team prenderne il controllo.
  • La selezione di potenziamenti e integrazioni di Trello è più ampia di quella di Notion.

Cosa dicono gli utenti di Trello:

“Penso che il vantaggio principale dell’utilizzo di Trello sia che sta diventando uno standard del settore. La maggior parte delle persone lo conosce, ha tutti i tipi di connettori e integrazioni (Gmail, Calendar, Zapier, Integromat…) e quando arriva a collaborare con altri team/aziende, è molto più facile utilizzare lo stesso strumento. La sua semplicità e l’incredibile UX sono anche un grande vantaggio di questo strumento.”

Conclusioni

Non esiste un “vincitore” definitivo quando si confrontano Notion e Trello. Entrambi gli strumenti sono popolari per motivi diversi e la scelta migliore dipende dalle proprie esigenze e preferenze uniche. Notion può essere un’ottima opzione per colore che non sono intimidati da un’interfaccia complessa e desiderano uno strumento potente e flessibile in cui consolidare tutto il proprio lavoro. E Trello potrebbe essere un’opzione migliore per colore che sono alla ricerca di uno strumento di gestione dei progetti semplice e intuitivo e non hanno bisogno di tutti i campanelli e fischietti aggiuntivi.