Giochi Fps

Lo sparatutto in prima persona o sparatutto in soggettiva (abbreviato spesso con la sigla FPS, dall’inglese First-person shooter) è un sottogenere dei videogiochi di tipo sparatutto, che in questo caso adottano una visuale in prima persona, ossia il giocatore vede sullo schermo la simulazione di ciò che vedrebbe se si trovasse veramente nei panni del proprio personaggio, con prospettiva tridimensionale. Normalmente, in un videogioco di questo genere, nella parte bassa del campo visivo è possibile vedere la propria arma.

Indice

Counter-Strike: Global Offensive

Il gioco mette due squadre l’una contro l’altra: i terroristi e gli antiterroristi. Entrambe le parti hanno il compito di eliminare l’altra mentre completano anche obiettivi separati. I terroristi, a seconda della modalità di gioco, devono o piazzare la bomba o difendere gli ostaggi, mentre gli antiterroristi devono impedire che la bomba venga piazzata, disinnescare la bomba o salvare gli ostaggi.

Esistono nove modalità di gioco, ognuna con caratteristiche distinte specifiche per quella modalità. Il gioco ha anche il supporto del matchmaking che consente ai giocatori di giocare su server Valve dedicati, oltre a consentire ai membri della community di ospitare i propri server con mappe e modalità di gioco personalizzate. Una modalità di gioco battle-royale , “Danger Zone”, è stata introdotta nel 2018.

Global Offensive ha ricevuto recensioni positive dalla critica al rilascio, che ha elogiato il suo gameplay e la fedeltà ai predecessori, anche se è stato criticato per alcune delle sue prime funzionalità ed è stato notato per le differenze tra le versioni console e PC. Dalla sua uscita, ha attirato circa 11 milioni di giocatori al mese e ha raccolto una scena competitiva attiva, con molti tornei sponsorizzati da Valve stessi. Nel dicembre 2018, Valve ha trasferito il gioco a un modello free-to-play , concentrandosi sulle entrate derivanti da articoli cosmetici.

Call od Duty®: Modern Warfare

Il gioco si svolge in un ambiente realistico e moderno. La campagna segue un ufficiale della CIA e le forze britanniche del SAS mentre si uniscono ai ribelli del paese immaginario dell’Urzikstan, combattendo contro le forze russe che hanno invaso il paese.

La modalità Operazioni speciali del gioco prevede missioni di gioco cooperative che seguono la storia della campagna. La modalità multiplayer supporta il multiplayer multipiattaforma e la progressione multipiattaforma per la prima volta nella serie.

È stato rielaborato affinché il gameplay sia più tattico e introduce nuove funzionalità, come una modalità Realismo che rimuove l’ HUD e una forma della modalità Ground War che ora supporta 64 giocatori.

Tom Clancy’s Rainbow Six Siege

È una voce della serie Tom Clancy’s Rainbow Six e il successore di Tom Clancy’s Rainbow 6: Patriots , uno sparatutto tattico che si è concentrato maggiormente sulla narrativa.

Tuttavia, Patriots è stato infine annullato a causa delle sue carenze tecniche e il team ha deciso di riavviare il franchising. Il team ha valutato il nucleo del franchise Rainbow Six e ha creduto che consentire ai giocatori di impersonare i migliori agenti antiterrorismo di tutto il mondo fosse più adatto al gioco.

Per creare autentiche situazioni di assedio, il team ha consultato unità antiterrorismo effettive e ha esaminato esempi di assedi nella vita reale come l’assedio dell’Ambasciata iraniana. Realizzato da AnvilNext 2.0, il gioco utilizza anche la tecnologia RealBlast di Ubisoft per creare ambienti distruttibili.